Anche l’Argentina a Ferrara per la fiera delle pere

Futurpera e Interpera: Ferrara diventa la vetrina mondiale sulla pera

Oltre 120 aziende espositrici, numerosi convegni e incontri tecnici per la kermesse internazionale in programma dal 19 al 21 novembre alla Fiera di Ferrara. Ieri 10 novembre la conferenza stampa di presentazione

 

presentazione-futurpera-ferrara-fonte-lorenzo-pelliconi-agronotizie.jpg

Un momento della presentazione di Futurpera, ieri 11 novembre 2015, in Comune a Ferrara
Fonte immagine: © Lorenzo Pelliconi – AgroNotizie

Sale l’attesa per Futurpera, prima e unica rassegna mondiale sul settore pericolo, in programma dal 19 al 21 novembre alla Fiera di Ferrara, affiancata da Interpera, il più importante convegno internazionale dedicato al settore. Ieri 10 novembre, nell’incontro di presentazione della kermesse in Comune a Ferrara, si è fatto il punto sui numeri, sulle aspettative e sul contributo che l’evento potrà dare al comparto della pera, di cui il ferrarese è tradizionalmente un’area a forte vocazione produttiva.

Oltre 120 le aziende espositrici, con tanti convegni e incontri tecnici organizzati dalle aziende sulle più importanti tematiche, dalla ricercaall’innovazione, ai nuovi mercati di sbocco per l’export al consumo fino alprofilo gastronomico.

Riguardo ai convegni, il punto di forza è come già anticipato Interpera, in programma il 19 e il 20, ma con un’anticipazione il 18 alla Fondazione Navarra di Malborghetto di Boara, con visite tecniche in campo e un incontro fra le aziende sperimentali di Italia, Francia, Spagna e Belgio. Tanti anche gli incontri tecnici nell’ambito di Futurpera, con interessanti incontri tecnici di aziende.

Ad aprire i lavori della conferenza stampa Stefano Calderoni, presidente della società Futurpera: “Essere riusciti in un mezzo di lavoro a portare a termine l’organizzazione dell’evento è un risultato importantissimo, è stata una grande sfida per la nostra città. Ci tengo a ribadire con forza l’unicità di questo evento, perché al momento è davvero il primo e unico appuntamento al mondo che focalizza interamente l’attenzione sulla pera”.

  
Da sinistra: Filippo Parisini, Stefano Calderoni e Paolo Govoni  

L’Italia è il terzo Paese produttore al mondo di pere – ha poi continuato Calderoni – Per questo è importante capire gli scenari di questo settore in futuro. Fra l’altro proprio a Futurpera avremo l’onore di ospitare e tenere a battesimo le due nuove realtà commerciali del settore, Opera e Origine Group. Futurpera è una manifestazione biennale e tornerà quindi naturalmente nel 2017”.

Il panorama agricolo ferrarese è davvero importante – ha poi sottolineatoFilippo Parisini, presidente di Ferrara Fiere – Le sue potenzialità sono senz’altro grandi e bisognose di supporto. Come fiera crediamo fortemente in questo evento, anche perché la nostra agricoltura è caratterizzata da grandi competenze, innovazione e ottime capacità degli imprenditori”.

Sono molto soddisfatto di come stanno andando le registrazioni dei partecipanti – ha ammesso Luciano Trentini, presidente del comitato scientifico di Futurpera e vicepresidente di Areflh, assemblea delle Regioni ortofrutticole europee – Abbiamo iscritti da almeno nove Paesi, fra cui Turchia, Canada, Germania e Ucraina, mentre invece avremo relatori tecnici provenienti specialmente dai grandi Paesi produttori, fra cui addirittura anche da Sudafrica e Argentina”.

Da sinistra: Carlo Alberto Roncarati, Luciano Trentini e Caterina Ferri

Trentini ha fatto poi il punto della situazione sull’attività e le prospettive di Interpera. “Parleremo di produzione nell’emisfero sud, visto che è in procinto di partire la campagna, e naturalmente parleremo di commercializzazione nell’emisfero Nord. Fra i vari temi all’ordine del giorno ci saranno poil’innovazione a livello di macchine agricole e attrezzature, oltre a Op e mercati”.

Paolo Govoni, presidente della Camera di Commercio di Ferrara, ha poi ribadito come la produzione della pera sia una delle nostre eccellenze principali, “con imprenditori capaci di innovare e di internazionalizzarsisempre di più. Progetti come Futurpera devono essere sostenuti poiché mettono in vetrina le capacità e le punte di eccellenza del nostro territorio”.

Sosteniamo da sempre famiglie e imprese per la loro crescita – ha sottolineato Carlo Alberto Roncarati, presidente della Cassa di Risparmio di Cento, sponsor dell’evento – La nostra banca ha una forte tradizione agricola in quanto buona parte dei propri clienti è del settore”.

A chiudere Caterina Ferri, assessore comunale alle Attività produttive. “E’ uno dei più importanti appuntamenti dell’anno per Ferrara, un ulteriore tassello per renderla città della cultura, non solo dal punto di vista artistico e storico, ma anche dal punto di vista delle conoscenze tecniche e di valorizzazione delle eccellenze. Non credo fosse scontato questo risultato, è stato necessario uno grande sforzo di tutti, ma ora siamo pronti per partire”.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s