Storia e i ricordi delle famiglie Cimolai, non solo quelle residenti nel fontanafreddese, ma anche quelle emigrate in Paesi come Francia, Argentina e Canada.

Cimolai nel mondo, il raduno ricordando Nilo Pes

Il 25 aprile la kermesse delle famiglie che ne portano il nome. «Un omaggio all’alpino scomparso da pochi giorni»

 

FONTANAFREDDA. Vigonovo si prepara a ospitare il quarto raduno dei Cimolai nel mondo. Venticinque anni dopo la prima festa, i portatori di questo cognome si sono dati appuntamento lunedì 25 aprile per ripercorrere la storia e i ricordi delle famiglie Cimolai, non solo quelle residenti nel fontanafreddese, ma anche quelle emigrate in Paesi come Francia, Argentina e Canada.
Chi non potrà essere fisicamente presente parteciperà collegato via Skype per festeggiare una dinastia la cui presenza a Fontanafredda è documentata sin dal 1526.
«L’idea di riproporre l’evento mi è venuta guardando, assieme a mia figlia, il filmato registrato nel 1991, all’epoca della prima edizione del raduno – spiega Aurelio Cimolai, presidente del gruppo alpini di Ranzano Vigonovo –. Rivedendo quelle immagini, purtroppo, mi sono reso conto che molte delle persone di allora non ci sono più». Tra queste, la penna nera Nilo Pes, al quale si deve l’intenso lavoro di ricerca sulle prime attestazioni della presenza dei Cimolai a Fontanafredda. All’alpino recentemente scomparso gli organizzatori vorrebbero conferire, simbolicamente, il proprio cognome: un omaggio a chi si è speso tanto per ricostruire le vicende di questa stirpe.
Il programma del raduno – l’edizione di quest’anno vuole essere “propedeutica” al prestigioso traguardo dei 500 anni – prevede il ritrovo dei partecipanti alle 10 di fronte al municipio di Vigonovo, l’ingresso in sala consiliare, il saluto delle autorità, la presentazione del piatto commemorativo e la proiezione del filmato della festa del ’91, preceduta da una breve storia della famiglia Cimolai e seguita dalle testimonianze dei presenti. Alle 11.30 i partecipanti si trasferiranno nella sede degli alpini di via Giol per una foto ricordo e un momento conviviale con il buffet preparato dai volontari delle penne nere.
La partecipazione è libera e gratuita per i Cimolai e le loro famiglie, che potranno acquistare il piatto

ricordo al costo di 20 euro (per prenotazioni: 349 4958453 oppure cimolai.nadia@libero.it). Eventuali offerte, detratte le spese organizzative, saranno devolute – proprio come accadde 25 anni fa – in parti uguali alla scuola materna e all’oratorio di Vigonovo

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s